Senatore Cappelli - Luoghi, storie e personaggi


SEN CAP

La varietà Cappelli ha contribuito alla crescita della cerealicoltura e dell’industria agroalimentare Italiana, ha dato il via al miglioramento genetico moderno del grano duro e alimenta una filiera dedicata allo sviluppo di prodotti sostenibili di alta qualità legati soprattutto alla filiera dei prodotti biologici.

Le caratteristiche della varietà Cappelli che ne hanno determinato il successo e garantito il mantenimento in coltivazione fino ad oggi sono state, oltre alla sua ampia adattabilità e rusticità ambientale, la bellezza della granella, grande e vitrea, le reste delle spighe, lunghe e di colore nero e l'elevato tenore proteico della semola che la rende particolarmente adatta per la produzione di pasta.


A distanza di oltre 100 anni dalla sua data di costituzione, grazie allo sforzo ed all’intuito dell’Azienda ARTE, la varietà Cappelli viene ancora oggi coltivata nello stesso luogo dove venne selezionata conservando intatte tutte le sue peculiari caratteristiche qualitative.


FOTO SPIGA CAPPELLI 2I luoghi da cui trae origine la storia della varietà "Senatore Cappelli" sono quelli del Tavoliere delle Puglie, un 'area in cui pascolo ed agricoltura si sono confrontati per secoli ed in gran parte dei quali il primo ha sempre prevalso sul secondo. Con la fine della Dogana della mena delle pecore (1865) la cerealicoltura prende il sopravvento e gran parte dei terreni destinati precedentemente al pascolo vengono dissodati e riconvertiti all'agricoltura. 

Purtroppo questo periodo coincide anche con una delle fasi storiche più critiche per l'economica dell'Italia e per l'agricoltura di Capitanata. Alla povertà di capitali ed all'innalzamento delle imposte tributarie, si aggiunge la scarsa attitudine dei pastori-contadini alla gestione agronomica delle colture e la grave "crisi meteorica" che contraddistingue questo territorio. 

"Innalzate le barriere doganali quanto volete, non vinceranno mai, da sole la profondità dell'enorme baratro che dovranno colmare. La soluzione del nostro problema agrario non può trovarsi nella dogana: deve trovarsi nella scienza ed in particolare nell'applicazione dei nuovi metodi colturali" è quanto sosteneva il salentino Prof. Antonio Lo Re (1857-1920) nella sua opera principale "Capitanata Triste" (1896) in cui illustrava con puntuale perizia le gravose condizioni di vita dei contadini e dei coltivatori di quella terra allora desolata.

FOTO AZIENDA 6Il marchese Raffaele Cappelli (1848-1921), Deputato del Regno d’Italia dal 1878, profondo estimatore dell'agronomo pugliese, deve aver condiviso in pieno queste considerazioni per manifestare, nel 1906, al Ministro dell’Agricoltura Cocco-Ortu (1842-1929), l'intenzione di destinare uno dei suoi fondi agricoli nel foggiano, denominato "Feudo della Paglia", ad un campo sperimentale. 

L’Onorevole Cappelli, infatti, nell'estate dello stesso anno, aveva avuto modo di conoscere il lavoro che si stava compiendo presso la Cattedra Sperimentale di Granicoltura di Rieti (1903-1906) e desiderava che il Prof. Nazareno Strampelli (1866-1942) fosse delegato all’impianto e alla direzione del nuovo campo sperimentale per promuovere il miglioramento della granicoltura di Puglia e rendere meno gravi i danni prodotti dalla siccità e dai venti del Sud (favonio). Nell'autunno dello stesso anno (1906), Strampelli impianta in agro di Manfredonia (FG), proprio presso l’azienda dell’On.le Cappelli denominata “Feudo della Paglia”, n. 46 varietà di frumenti, scelte fra le più precoci delle 240 coltivate l'anno precedente a Rieti. Al futuro Senatore Raffaele Cappelli, Strampelli dedicherà una delle sue migliori varietà di grano duro. La varietà, ottenuta alcuni anni dopo (1915), è stata consegnata agli agricoltori nel 1923 con il nome di grano "Cappelli" ed in memoria delle sue origini viene ancora oggi indicata con il nome di “Senatore Cappelli".

granantico


Testo tratto dalla relazione tenuta dal Dott. Pasquale De Vita in occasione della celebrazione del centenario della costituzione della varietà di grano duro Senatore Cappelli "Il Grano Duro Senatore Cappelli compie Cent’anni (1915-2015)” che si è svolta a Foggia, il 19 novembre 2015, presso la Sala del Tribunale del Palazzo Dogana.

di Pasquale de Vita - ricercatore CREA Centro di Ricerca per la Cerealicoltura SS 673 km 25+200 - 71122 Foggia